facebook

Ottobre è un mese pieno di appuntamenti dove speriamo di vedervi numerosi!

7 ottobre - Giornata della Solidarietà

Dalle 11, Saremo a Santorso all'Oasi Rossi con Pane Quotidiano per il "percorso del gusto".

13 ottobre - Volley Vicenza

Il 13 ottobre alle ore 20:30, si disputerà la prima partita casalinga del Volley Vicenza. Parte così una bella collaborazione che porteremo avanti durante tutto quest'anno. Ci saremo con i nostri bambini e ragazzi e con un banchetto informativo del Villaggio SOS e di Pane Quotidiano! Pronti a rispondere a tutte le vostre domande e a conoscervi!

14 ottobre - Gustarti 

Ci trovate, con Pane Quotidiano, dalle 10 alle 18 a Villa Fabris a Thiene, per una domenica in compagnia del gusto!

WhatsApp Image 2018 10 01 at 14.08.2122 ottobre - Cena di gala

In occasione dei 50 anni della Federazione Italiana Cuochi, l'Associazione Cuochi Vicenza ha organizzato una cena di gala a Villa Valmarana Bressan a partire dalle 20.

Saremo presenti con i nostri ragazzi di Pane Quotidiano come aiuto in sala e in cucina, il ricavato della serata sarà devoluto ai progetti del nostro Villaggio.

Per info e prenotazioni: Fiorenzo Cazzola 3492259697 o Stefano Padoan 3385354808

27 ottobre - Memorial Eliseo e Paolo Bernardi

I ragazzi della Pallamano Dal Maso Vicenza tornano in campo. Dalle 9 alle 20 di sabato 27 ottobre sei squadre si sfideranno nel torneo in memoria di Eliseo e Paolo Bernardi al pattinodromo di Vicenza in Viale Ferrarin.

Tra una partita e l'altra potrete gustare le proposte di Pane Quotidiano e scambiare quattro chiacchiere con noi! Vi aspettiamo!

Il 31 agosto, nella sala dell'Associazione Calciatori è stato presentato il Club Biancorossi dedicato a Giancarlo Salvi, ex centrocampista biancorosso.

La presidente Anna Belloni e i due vicepresidenti Daniele Rossi e Silvia Bon hanno illustrato ai presenti le motivazioni della fondazione del Club, le sue finalità, i progetti in cantiere per il futuro. Prima di tutto la collaborazione con il nostro Villaggio SOS.

WhatsApp Image 2018 09 25 at 19.01.11 1

Partiti subito in quarta, il 25 settembre la presidente, i due vicepresidenti e la figlia di Giancarlo Salvi, Monica, sono venuti a trovare i nostri ragazzi per illustrargli i 

progetti che porteremo avanti insieme durante quest'anno.

Sono solo due dei progetti che quest'anno ci vedranno coinvolti assieme al Club Giancarlo Salvi.Dopo la consegna di 25 palloni come simbolo dello sport e della condivisione, la vicepresidente Silvia Bon ha lanciato ai ragazzi due iniziative molto apprezzate: la possibilità per alcuni dei nostri ragazzi che dimostreranno un comportamento adeguato, di accedere a qualche partita del Vicenza e una lucciolata una marcia benefica che devolverà il ricavato al Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.

Non vediamo l'ora di scoprire gli altri!

 

Ogni anno quindi sono all'incirca 66mila i minorenni i cui genitori si separano e circa 31mila quelli i cui genitori divorziano (dati Istat 2015), per un totale di quasi 100mila bambini all’anno che vivono un mutamento così radicale della propria famiglia e della propria vita. 

Numeri a cui vanno aggiunti i figli delle coppie non coniugate che si lasciano, dati che non vengono rilevati statisticamente. 

L’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ha presentato oggi la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori, dieci punti elaborati con la collaborazione di esperti e dei ragazzi stessi attraverso la Consulta dei ragazzi costituita da diciotto under 17 provenienti da scuole medie e superiori, rappresentanze studentesche, gruppi scout, oratori e federazioni sportive.

lovìcandina genitori

Ecco quindi il decalogo:

1. I figli hanno il diritto di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori. 

2. I figli hanno il diritto di continuare ad essere figli e di vivere la loro età. 

3. I figli hanno il diritto di essere informati e aiutati a comprendere la separazione dei genitori. 

4. I figli hanno il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti.

5. I figli hanno il diritto di non subire pressioni da parte dei genitori e dei parenti.

6. I figli hanno il diritto che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori.

7. I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nei conflitti tra genitori.

8. I figli hanno il diritto al rispetto dei loro tempi.

9. I figli hanno il diritto di essere preservati dalle questioni economiche.

10. I figli hanno il diritto di ricevere spiegazioni sulle decisioni che li riguardano.

Leggi l'articolo completo su Vita.it

Nasce da un’idea del famoso chef canadese Jagger Gordon, impegnato da anni in iniziative per combattere la fame e lo spreco alimentare. Il supermarket solidale vende cibo che altrimenti andrebbe buttato e chi non può permettersi di pagare può avere il cibo gratis.

 1 jagger gordonGli scaffali del supermarket, che si chiama Feed it Forward e ha aperto a metà giugno, sono pieni di prodotti che sarebbero altrimenti destinati alla discarica. Si tratta di cibo donato da grandi supermarket della zona, contadini, panetterie e distributori, che non lo possono vendere per vari motivi: perchè è ammaccato, o ha una forma non conforme agli standard estetici, perché è cibo in eccedenza, o vicino alla scadenza, e pertanto non può essere venduto.

Il famoso chef canadese Jagger Gordon, fondatore del supermarket, e attivista che combatte la fame e lo spreco alimentare, dà via al programma non profit Feed It Forward che aiuta canadesi bisognosi, servendo loro pasti in tutta Toronto recuperando cibo che altrimenti sarebbe stato destinato alla spazzatura e l’anno scorso ha aperto un ristorante temporaneo, per otto mesi, con lo stesso concetto del pay-what-you-can(paga quello che puoi).

Nel supermarket Feed It Forward si è incoraggiati a prendere solo quello di cui si ha effettivamente bisogno e ci sono alcune limitazioni al concetto di paga quello che puoi, nel senso che per esempio le famiglie possono comprare cibo che duri loro un solo giorno, per evitare che si esauriscano le scorte del supermarket. E al momento del check out bisogna fornire il proprio nome e informazioni di contatto, insieme ai dettagli di quello che è stato preso nel negozio.

La mission del supermarket non è certo quella di fare profitto: si tratta di un’iniziativa mossa da mero spirito di altruismo per combattere la fame e educare il pubblico al problema dello spreco alimentare in Canada.

L'articolo completo su Vita.it

8 settembre - colletta scolastica

downloadIn occasione della Giornata Internazionale dell’Alfabetizzazione, ritorna la terza edizione della “Colletta Scolastica Nazionale” organizzata da Auchan Retail Italia e SOS Villaggi dei Bambini, attraverso la raccolta di materiale scolastico per i bambini che non possono contare sul sostegno e sulla presenza della loro famiglia.

La Colletta Scolastica si terrà il prossimo 8 settembre dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 19.00, presso i punti vendita Auchan e Simply su tutto il territorio italiano.

Lo scorso anno, grazie all’aiuto concreto dei clienti dei punti vendita Auchan e Simply e al supporto di circa 300 volontari di SOS Villaggi dei Bambini e di altre 56 realtà associative locali impegnate a favore dell’infanzia, sono state raccolte 27.000 confezioni di materiale scolastico: penne, matite colorate, pennarelli, gomme, quaderni, cartelle, diari e astucci, da destinare a bambini e ragazzi che non possono crescere con i propri genitori, né contare sulla presenza dei propri cari e che hanno bisogno di essere protetti o famiglie in difficoltà economica.

Quest’anno inoltre ci sarà una possibilità in più per donare: tra luglio e ottobre negli ipermercati Auchan e nei supermercati Simply sarà possibile acquistare, a 3,99 euro, l’edizione speciale di 24 matite Carioca Tita dedicata a SOS Villaggi dei Bambini: per ogni confezione venduta verrà donato 1 Euro all’Associazione.

12 settembre - Sagra dell'Araceli

Serata Araceli

15 settembre - Inaugurazione della nuova panetteria

Dalle 17, in Corso Fogazzaro davanti alla chiesa dei Carmini, inauguriamo la nuova panetteria di Pane Quotidiano.

ORE 17:00 Benedizione dei locali da parte del Parroco Don Mario Cristofori

ORE 17:20 Sagrato della Chiesa dei Carmini (spazio antistante al cedro del Libano), inizio convegno dal titolo “Storia, cultura e tradizione di un pane buono” a cura del Prof. Mario Bagnara e collaboratori

ORE 18:00 Il pane sociale per far crescere nuove generazioni: presentazione di Idea Nostra e di altre cooperative che lavorano per e con i ragazzi accolti (Coop. I Marinati di Comacchio e Coop. La casa di Sam)

ORE 18:45 Conclusione e aperitivo condiviso con i prodotti di Pane Quotidiano e delle altre cooperative amiche in panetteria.

Il 31 Agosto sono ufficialmente finiti i laborati estivi UP. Come sono andati? 

Rispondiamo a questa domanda mostrandovi alcuni dei momenti più belli di queste 4 settimane.

1b29adbc 9b73 4f75 8a2b 140fc14e10e0      41060151 7475 4e8d 84b1 0ac502345e2e      WhatsApp Image 2018 08 23 at 12.04.26 1

Ci sono stati anche momenti meno belli, in cui gli animatori pensavano di non farcela, ma alla fine abbiamo avuto la prova che i nostri ragazzi sono speciali e ognuno ha qualcosa da dire!

Ringraziamo gli animatori che li hanno accompagnati in questo percorso importante fino alla realizzazione del meraviglioso spettacolo "Siamo tutti piccoli principi". 

Chiudiamo con il discorso di apertura del nostro Sindaco del Villaggio Elgvin, in occasione dello spettacolo:

"Durante queste quattro settimane abbiamo partecipato ai LABORATORI UP nei quali ognuno di noi ha compiuto un viaggio interiore intorno al mondo dell’AMBIENTE, del RISPETTO e dell'AMICIZIA.    

Abbiamo capito che tutti abbiamo dei DIRITTI e dei DOVERI e abbiamo scoperto che nella vita sarà importante impegnarsi per realizzare i nostri sogni e volare così in alto!"

Siete curiosi di sapere come continua lo spettacolo? Vi aspettiamo Mercoledì 12 Settembre 2018 dalle 18:30 alla Sagra di Araceli in Borgo Scroffa, 20!

Destina la metà degli introiti raccolti con la pubblicità a progetti sociali e ambientali in tutto il mondo.

L’utente accumula «Gocce d’acqua», pari a un corrispettivo in denaro

Ogni volta che facciamo una ricerca sul web, facciamo guadagnare profitti al motore di ricerca. Per un anno di ricerche di ciascun utente, Google e gli altri search engine ottengono fra i 30 e i 50 euro, che, moltiplicati per i miliardi di internauti, fanno una cifra esorbitante. È possibile redistribuire parte di questa ricchezza a progetti solidali?
Se lo sono chiesto due giovani imprenditori francesi, Clément Le Bras e Marc Haussaire, che nel 2015 hanno lanciato Lilo.org, un motore di ricerca «etico», che destina la metà degli introiti raccolti con la pubblicità a progetti sociali e ambientali in tutto il mondo.
La piattaforma funziona in quattro lingue e utilizza lo stesso algoritmo di ricerca dei motori più famosi, garantendo, quindi, ricerche accurate. Per utilizzarlo su Chrome, ad esempio, basta aggiungerlo come estensione.
Facendo ricerche, l’utente accumula delle «Gocce d’acqua», pari a un corrispettivo in denaro (che dipende dal valore dell’inserzione) e che lui stesso sceglie a chi donare.
 
financement it 1024x520

 

In Italia la community di navigatori che lo utilizza è ancora piccola - 4 mila persone - ma cresce di giorno in giorno e ha già donato 15 mila euro. Il denaro viene versato ogni mese, in tranche da 100 euro.

Scopri di più su Lilo.org

Si conclude oggi la 35esima edizione del centro estivo internazionale dei Villaggi SOS al SOS-Feriendorf di Caldonazzo (TN). I ragazzi del Villaggio Sos di Vicenza rientrano nelle loro case per affrontare le prossime settimane estive.

Dopo il racconto dell’incontro Billy, che ha portato la sua testimonianza di 17enne arrivato in Italia dal sud della Costa d’Avorio, continua il diario di viaggio dei ragazzi del Villaggio Sos di Vicenza da Caldonazzo.

Il racconto di Billy ci ha molto colpito, perciò ciascuno di noi lo ha voluto ringraziare dedicandogli qualche parola scritta.

DSCN2123“Grazie Billy per aver condiviso con noi la tua storia che ha infuso forza”. “Ascoltandoti mi sono accorto che la violenza - che io uso spesso - non serve a niente. Basta avere una forza interiore per poter affrontare gli ostacoli di un viaggio”.

Un viaggio che è continuato anche metaforicamente, nelle giornate a Caldonazzo. Le mattine del campo, infatti, sono state dedicate a un confronto sul tema di come affrontare i viaggi della vita: “Preferisco portare con me un bagaglio di apparenza o di sostanza, quando parto per il mio viaggio personale?”, è la domanda che ci hanno posto gli educatori. E come affrontiamo  gli ostacoli che trovo sul cammino?

Di fronte agli ostacoli abbiamo imparato da Billly di dove usare la forza di volontà, la nostra forza interiore. Abbiamo capito che bisogna cercare l’empatia e l’ascolto, per metterci nei panni degli altri e acquisire consapevolezza dei nostri limiti, mettendo fiducia nella relazione con le altre persone. Inoltre, ascoltando le diversità delle altre persone possiamo vedere a capire cose che prima non riuscivamo a mettere a fuoco.

Un altro aspetto importante è preferire il confronto, e non lo scontro, anche se a volte aspettare e socializzare i problemi ci sembra difficile, perché abbiamo paura di apparire deboli. Ma in realtà siamo superiori al conflitto.

Bisogna allora scegliere una via di mezzo, andarsi incontro: nel mezzo di due idee c’è lo spazio di un equilibrio, nel quale siamo tutti alla pari, anche se unici nelle nostre diversità.

Con Marco, un altro educatore, ci siamo confrontati sul tema dell’autonomia intesa come viaggio verso il futuro: il viaggio che tutti dovremo fare. Come ci immaginiamo a 35 anni? È la domanda che ci ha posto, chiedendoci anche di scrivere il modo in cui potremmo raggiungere gli obiettivi che ci diamo.

“Abiterò in una casa abbastanza grande e farò l’architetto. Per diventarlo dovrò studiare di più e impegnarmi”. “Sarò giornalista e vivrò in Canada. Perciò dovrò studiare benissimo l’inglese”. “Avrò dei figli naturali e uno adottivo”. “Scriverò un libro sul mio vissuto”. “Voglio restare a vivere in Italia e lavorare qui, come meccanico, che è un lavoro che già conosco”. “Voglio rimanere in contatto con mia sorella”.

“Auguriamo a tutti di realizzare il percorso immaginato e voluto, ma non sempre la vita ti permette di seguire una strada dritta, a volte ci sono curve, salite o discese e altre volte bisogna proprio cambiare strada”, ha detto Marco. “Per questo è sempre importante pensare a un piano B, un’altra strada possibile, ma non meno importante”.

Un altro piccolo viaggio lo abbiamo fatto camminando in montagna, fin su a cima Vezzena. All’inizio eravamo un po’ in difficoltà per la salita, ma poi siamo stati molto soddisfatti di riuscire ad arrivare alla meta, tutti insieme: da lassù si vedeva un panorama a 360°. In quale direzione porta la nostra strada? Siamo pronti a continuare a camminare.

DONAZIONI

Iscriviti alla Newsletter

cerca nel sito