facebook

 

La Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento per i neomaggiorenni “fuori famiglia” e un fondo sperimentale da 15 milioni di euro.

 

Definita una giornata storica quella di lunedì 27 novembre per i moltissimi giovani fuori famiglia, 3mila quelli che ogni anno diventano maggiorenni ed escono dai percorsi di accoglienza in comunità.

Una proposta che va a sanare un situazione drammatica e che promuove la crescita individuale dei bambini e adolescenti fuori famiglia.

Nella seduta di lunedì 27 novembre la Commissione Bilancio del Senato ha approvato all’unanimità l’emendamento alla Legge di Bilancio che dispone un fondo sperimentale d15 milioni di euro per il sostegno al percorso di autonomia dei giovani “fuori famiglia”, in uscita da comunità o percorsi di affido familiare, prevedendo continuità nell’assistenza fino al 21esimo anno di età.

L’emendamento è stato presentato e sostenuto dai senatori Mattesini, Ferrara, Amati, Collina, Albano e Fasiolo in stretta collaborazione con la vice presidente della Commissione Bicamerale infanzia e adolescenza Sandra Zampa.

Leggi l'articolo completo dei nostri amici di Vita.it!

 

Vuoi condidivere questo mese con noi? 

Ecco i nostri appuntamenti!

 

2 dicembre 2017 - inizia il corso Yamaha!

Impara con noi a suonare la tastiera!
Il corso è aperto e completamente gratuito, previa iscrizione, a tutti i bambini e ragazzi del Villaggio e al territorio con i seguenti orari:

8:30 - 9:30 bambini dai 6 a 8 anni
9:30 - 10:30 ragazzi dai 9 agli 11 anni
10:30 - 11:30 ragazzi dai 12 anni in poi

Il corso, condotto dal maestro Beppe Bidogia, prevede un metodo innovativo di apprendimento basato in primis sull'ascolto e la riproduzione di brani musicali.

Per info e iscrizioni puoi scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare allo 0444/513585

 

2 - 24 dicembre 2017 - casetta di Natale del Villaggio SOS di Vicenza

Questo Natale sei a corto di idee? Vorresti regalare qualcosa di bello, artigianale e allo stesso tempo fare del bene?

Passa a trovarci in Contra' Cavour nel centro storico di Vicenza!
I nostri volontari e amici ti aspettano per mostrarti i prodotti interamente fatti a mano da loro e i dolci del forno di Pane Quotidiano.

Se acquisti uno dei nostri prodotti contribuirai a sviluppare i progetti del Villaggio e a renderlo sempre migliore!

 

 

 

 

15 dicembre 2017 - Accensione dell'albero al parco

Accensione dellalbero

Anche questo Natale il villaggio si accende! Ti aspettiamo per festeggiare con noi e per farci gli auguri il 15 dicembre al parco del Villaggio SOS.

Programma della giornata

ore 15:30 - piccolo concerto di Natale a cura delle sezioni musicali della scuola secondaria di primo grado Mainardi
ore 16:30 - momento di riflessione e preghiera sul significato del Natale
a seguire festeggiamenti, cioccolata calda e dolci del nostro forno Pane Quotidiano!

Ti aspettiamo assieme agli amici, parenti e chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio assieme a noi e i nostri ragazzi.

 

 

 

23 dicembre 2017 - corri Babbo Natale corri

Corri assieme a noi con solidarietà per le vie del centro storico!

La manifestazione è aperta a tutti, famiglie, bambini, adulti gruppi. La partenza è prevista per le ore 10 da Campo Marzo.

"Corri Babbo Natale Corri" fa parte delle iniziative di Vicenza Città Europea dello Sport 2017, unendo lo sport all’impegno sociale e benefico, grazie all'organizzazione di Vicenza Press e AV Atletica Vicentina. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto ai Villaggi Sos onlus e all’associazione bambini cardiopatici nel mondo.

Al termine cioccolata calda e panettone per tutti i partecipanti.

Ingresso: a pagamento 8 euro (con abito e ristoro) | 3 euro (con cappellino e ristoro)

Iscrizione e ritiro abiti al Villaggio Sos entro giovedì 21 dicembre o direttamente sabato 23 dicembre a Campo Marzo entro le 10.
Percorso: Campo Marzo, piazza Castello, corso Palladio, contra' Santa Corona, Duomo, Campo Marzo.

Per info e iscrizioni: Lisa - Tel 0444/513585 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

20 novembre 2017 ~ Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza
Il contributo del Villaggio Sos di Vicenza in tema di partecipazione dei giovani,
diritti dei minori e cooperazione con altri soggetti locali.

In occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Villaggio Sos di Vicenza ha presentato un lavoro sulla partecipazione svolto con i ragazzi che ha portato all’elezione del primo sindaco dei ragazzi.

È Emi, studentessa di 17 anni che nel suo “programma elettorale” ha scritto di voler “ascoltare i bisogni e i desideri” di tutti i ragazzi del Villaggio, “piccoli e grandi, senza nessuna distinzione nè preferenze”, come dice lei.
Per il Villaggio Sos di Vicenza è un modo di accogliere in pratica l’articolo 12 della Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia, che mette al centro questo ascolto: “Ogni bambino ha il diritto di esprimere la propria opinione e lo Stato deve garantire che tale opinione venga presa in considerazione dagli adulti”.
Emi ha creato una “giunta” di cinque assessori, con cui si riunisce nella yurta del Villaggio Sos, “il più piccolo ha otto anni, ma è sempre affiancato da qualcuno di noi più grandi”, racconta Emi. “C’è chi si occupa della cura dell’ambiente e dell’orto, chi dello sport, chi dell’ascolto dei bambini e dei ragazzi del Villaggio. Abbiamo anche un nostro budget che possiamo usare per le cose più importanti”: il primo impegno è stato il rifacimento delle strisce del campo da basket nel parco del Villaggio.

L'elezione del sindaco del Villaggio è solo uno dei tanti passi fatti per attuare concretamente la Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, firmata il 20 novembre 1989, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Un documento fondamentale per la tutela dell’infanzia globale, composto di 54 articoli e suddiviso in tre parti: la prima (articoli 1-41) contiene l’enunciazione dei diritti, la seconda (art. 42-45) individua organismi preposti e modalità per l’implementazione e il monitoraggio della Convenzione stessa e la terza (art. 46-54) descrive la procedura di ratifica. 
Il Comitato Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza ha individuato quattro principi generali, trasversali a tutti i principi della Convenzione. Sono la non discriminazione (art. 2); il superiore interesse del minore (art. 3); il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (art. 6) e la partecipazione e il rispetto per l’opinione del minore (art. 12).

“Non vogliamo che quella di oggi sia una giornata solo celebrativa e, anche se non sempre è facile parlare di diritti dei bambini e trovare il coraggio per difenderli con forza, dobbiamo dare ogni giorno spazio e concretezza alla voce dei più piccoli, ai loro desideri e alle loro espressioni - dice la direttrice del Villaggio Sos di Vicenza, Piera Moro -. In questo senso, celebrare l'anniversario della Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza è un dovere che ogni adulto che ha a cuore il futuro del mondo deve rinnovare giorno dopo giorno con azioni concrete”.

01-LOGO-AIFR-CUORE-6-1024x503-md

 

 

 

ACCORDI SOLIDALI

 

 

Laboratorio musicale per i ragazzi

 

del Villaggio SOS di Vicenza e i loro amici

 

Fai risuonare la musica del tuo cuore!

 

 caldo

 

Il Villaggio SOS di Vicenza dal 1977 è impegnato nell’accoglienza ed educazione di più di 100 minori temporaneamente allontanati dalle famiglie su Decreto del Tribunale dei Minori; tutto lo staff lavora ogni giorno per favorire l’individualità e la partecipazione di ogni singolo ragazzo, in un’ottica di condivisione e integrazione con il territorio.

 

La musica è uno dei principali punti di integrazione tra i nostri ragazzi e i loro amici e alcuni di loro dimostrano quotidianamente un’attitudine e delle capacità che non possono essere ignorate.

 

Per questo, in collaborazione con Yamaha Music e Nazionale Hip Hop, allestiremo una “sala musica” all’interno del Villaggio installando 15 pianole a completa disposizione dei ragazzi e dei loro amici.

 

Il corso sfrutterà il metodo Yamaha: un approccio innovativo e rovesciato che l’approccio allo strumento come elemento prioritario. Si tratta di lezioni collettive per favorire uno scambio attivo e propedeutico al superamento delle difficoltà individuali. I diversi punti di vista favoriranno lo scambio di buone pratiche e la peer education.

 

corso-muscia-yamaha-4-5-anni

 

A cosa ci servirà il tuo sostegno?

 

A coprire i € 5.000,00 per l’insegnante laureato al conservatorio e specificatamente formato per il metodo Yamaha.

Il contributo ci aiuterà a offrire ai nostri ragazzi e al territorio un anno di laboratorio musicale permettendogli di alimentare le loro capacità.

 

Ogni piccolo contributo è fondamentale: aiutali anche tu a comporre i loro sogni!

 

GRAZIE

DONAZIONI

Iscriviti alla Newsletter

cerca nel sito